CERCHI UN' AVVOCATO PER AFFIDAMENTO FIGLI?

In relazione alla separazione personale dei coniugi In ​Italia la legge 8 febbraio 2006, n. 54 relativa all’​Affido condiviso​ ha modificato l’Art. 155 del ​Codice civile​ il quale recita:

«​Anche in caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale.​»

Pertanto la relazione genitore-figlio deve essere tutelata e mantenuta al di là della cessazione della convivenza dei genitori.

In tal modo il figlio ha diritto a permanere presso entrambi i genitori in modo equilibrato; l’auspicio sarebbe quello di conseguire un progetto educativo genitoriale da presentare in allegato all’istanza di separazione, nel quale addirittura si stabiliscono i capitoli di spesa relativi a ciascuno dei due genitori. Il tutto per consentire al minore di mantenere un rapporto equilibrato e di continuare a vivere con entrambi i genitori alternativamente a prescindere dal rapporto che stia intercorrendo tra i due genitori. Ove uno dei due genitori ponga in essere un comportamento conflittuale nei confronti dell’altro, finalizzato ad escludere la frequentazione o a comunque minarne la serenità potrebbe dar luogo ad un motivo di esclusione dall’affidamento condiviso dei figli.

Corollario di tutto questo è la fissazione di un calendario per la permanenza dei figli con l’uno e con l’altro dei due genitori dalla durata sufficientemente lunga a consentire un normale svolgimento della vita familiare senza che ciò comporti un’effettiva carenza affettiva nei confronti del genitore mancante. Nella definizione di tutte le clausole per la salvaguardia dell’interesse del minore lo studio Mylegal potrà affiancarti ottenendo per voi i migliori risultati nell’interesse della prole. Non occorre sottolineare che l’assistenza si estenderà anche al caso in cui dovessero alterarsi le condizioni per per il mantenimento in capo all’altro genitore delle condizioni di affidatario, presentando apposita domanda giudiziale per l’ottenimento dell’affidamento esclusivo.

  1. Istruzione di tutta la pratica
  2. Presentazione della domanda
  3. Assistenza fino alla sentenza definitiva
  • Divorzio Consensuale

    La coppia che si vuole divorziare è in accordo su tutti gli aspetti riguardanti quelli che erano gli interessi comuni, ed in particolar modo sulla modalità di gestione del rapporto con i figli.

  • Divorzio Giudiziale

    Sentenza di divorzio, nella quale potrà essere contenuta anche una qualche forma di addebito a carico di uno dei due coniugi che si sia reso colpevole della cessazione del rapporto coniugale con conseguente condanna al pagamento di alimenti ovvero al mantenimento a seconda dei casi.

AFFIDAMENTO CONGIUNTO O ESCLUSIVO?

chiama l'avvocato